Cerca

Disastro Pensante

La vita è un casino per chi vive di cuore. Uno splendido casino.

Un’anima fragile credevo che fossi

-Si possono amare più persone?-

Così mi chiese all’improvviso con l’aria più spaventata ed ingenua del mondo. Sembrava una bambina di fronte ad una di quelle situazioni da adulti, durante le quali si cerca intimoriti la mano della madre. Rimasi sorpresa. Non l’avevo mai vista così. Era una persona apparentemente fredda,sicura di sé, anche troppo a volte. Ricordo che la prima volta che la vidi pensai “che stronza, ma chi si crede di essere?!”. Eppure sapeva anche essere così piccola e fragile.

Risposi con naturalezza e senza alcuna pausa. Non avevo bisogno di pensare alla risposta e di fronte a questo suo timore d’istinto le presi la mano,come a voler rivestire il ruolo di quella madre che era sempre stata lontana da lei.

-Certo che si può. Nella vita si amano sempre più persone e non c’è nulla di male in questo. L’amore è dappertutto, semplicemente in forme diverse. Non bisognerebbe porre dei limiti ai sentimenti,ma siamo umani e spesso poniamo dei limiti a tutto. –

Così,dopo pochi attimi,il suo volto si distese e la vidi tornare a splendere.

Ricomincio da Me

Durante la nostra vita, tutti doniamo amore a qualcuno.
Io avevo fatto l’errore più comune di sempre:
Dare amore per ricevere amore. Confrontare il mio rapporto con altri per poi sprofondare in un abisso di paranoie e tristezze se questo risultava con delle presunte “ingiustizie”. Arrivare a delle discussioni per il mio continuo bisogno di attenzioni e certezza. Farmi amare tantissimo per amare me stessa ed acquisire sicurezza.

Dopo aver rischiato di frantumare anche i rapporti più importanti,sono arrivata a capire ciò che tutti riterranno “banale ed ovvio”. E’ proprio quello che pensavo anch’io,leggendo testi di altri,parlandone con amici o ascoltando canzoni significative. Ma è VIVENDO che si capisce davvero quanto sia importante DARE AMORE PER DARE AMORE, LA BANALITA’ DEI CONFRONTI, L’UNICITA’ DEI RAPPORTI E LA GRANDEZZA DI ESSI.

AMARE SE STESSI,TROVARE UN PROPRIO EQUILIBRIO PER DARE AFFETTO ED IMPORTANZA A CHI AMIAMO,CON TUTTO IL CUORE, senza pretese.

RICOMINCIARE DA SE’ PER UNA VITA MIGLIORE, UN MONDO MIGLIORE.

 

 

About me

Dopo aver passato qualcosa come 40 minuti alla ricerca del titolo giusto per una semplice presentazione personale,posso finalmente scrivere il primo testo sul mio blog.

Non sono mai stata sicura di volerne aprire uno,anzi.. ho sempre preferito tenere i miei pensieri annotati su un diario o semplicemente nella mia testa, piuttosto che esposti su un sito web. Anche perché ,come vi renderete conto se leggerete qualcosa di ciò che scriverò(sempre se qualcuno leggerà mai il sito web di un perfetto sconosciuto che annota la sua stupida vita incasinata), ho fin troppi pensieri per poterli annotare tutti. Troppe emozioni, troppe morse allo stomaco.. Ma,prima di scaraventarvi addosso sentimenti ingiustificati,facciamo luce sulla mia identità.

Come avrete capito sono una ragazza. Perlomeno questo è quello che dicono la mia carta d’identità,le mie enormi tette e le mie parti intime,il mio aspetto fisico si ribella alla mia visione alternativa del mondo. Non mi sono mai sentita estremamente appartenente al genere femminile ed ho una visione alternativa delle identità di genere prese in considerazione dalla società..ho sempre considerato le persone semplicemente PERSONE e non MASCHIO-FEMMINA, e così considero anche me stessa. Intendiamoci,con questo non voglio dire che non noto le differenze tra i due(queste sono fisicamente evidenti e ci sono state insegnate fin da piccolini) ma che non ho mai dato estrema importanza alla cosa. 

Frequento l’università ed amo davvero troppe cose per poterle elencare. Probabilmente sarebbe più semplice dire ciò che non mi piace. Non mi piacciono i momenti falsi,le persone che non si espongono mai e che parlano solo alle spalle,chi non apprezza ciò che ha.. perché diciamocelo,purtroppo il mondo è pieno di finzione ed superficialità.Ancora peggio,ormai si ha la convinzione che il dare ed il ricevere siano qualcosa di collegato. Nessuno fa più niente per niente e se il progetto non va a buon fine,tutte le dolcezze ricevute vengono rinfacciate,esprimendo la tragedia umana dell’egoismo.

Si perché spesso i gesti di affetto non si fanno per gli altri,ma per se stessi. Per tenere legato a sé qualcuno o per diventare il suo gioiello da tenere con cura. Una vera tragedia che sfocia pure sull’ironico oserei dire.  

Apprezzare se stessi,amarsi e dare amore incondizionato, sono concetti di cui si straparla ma che davvero in pochi riescono a cogliere. 

Come mio solito, le parole vengono fuori prima del ricordo che questa dovrebbe essere una banale presentazione. Ma in fin dei conti va bene così..Se scrivessi con dei filtri,presenterei qualcun altro. 

 

Blog su WordPress.com.

Su ↑